I Cavalieri di Rodi

Rodi Medioevale

I Cavalieri di Rodi

In origine i Cavalieri Ospetalieri di san Giovanni si occupavano del ricovero e dell’assistenza dei pellegrini diretti in Terra Santa. Con lo svilupparsi delle crociate, divennero un ordine armato che aveva il compito di difendere i pellegrini.

Giunsero a Rodi nel 1300 e qui estesero la loro sovranità lasciando importanti testimonianze tra cui la bellissima Via dei Cavalieri



Booking.com




Ippotòn

Ippotòn in greco è la via dei Cavalieri e qui i Cavalieri di Rodi avevano i loro ricoveri o Hospitali.

La strada ha un’importanza storica e architettonica, e appare quasi cristallizzata nel medioevo con la strada lastricata, i muri alti e gli imponenti portoni di legno massiccio.

Non è un caso che questa via riprenda forza e vigore proprio durante i festival medioevali e le manifestazioni dell’ Ordine di san Giovanni. Non va dimenticato, infatti, che l’ordine è attualmente attivo e presente anche alle Nazioni Unite.

Via dei Cavalieri dei Rodi

Le Lingue

I Cavalieri di Rodi avevano trovato un modo per dividere il loro ordine in un’ epoca in cui ancora non esisteva il concetto di Nazione: le lingue.

Vi erano quindi 7, poi 8 gruppi uniti da una lingua condivisa che avevano anche ambienti propri.

Lungo la via di Rodi dedicata ai Cavalieri, esistono ancora gli hospitali, o “Alberghi delle Lingue”, denominati in base alla lingua: Italiano, Francese ecc. Qui, tra l’altro, venivano ospitati i pellegrini diretti a Gerusalemme.




Perché vedere l’ Ipptòn

L’Ippotòn è una via lunga e diritta che taglia da est a ovest la città.

Non vi sono negozi e la sera appare particolarmente silenziosa se non quasi deserta.
C’è da dire che non si tratta di una zona pericolosa, anzi a Rodi posso affermare di non essermi mai sentita in difficoltà o in pericolo in nessuna area della città.
La bellezza di questa via è proprio la sua mancanza di: mancanza di caos, di luci troppo forti, di rumore, negozi e folle di turisti.
Passeggiare lungo l’Ippotòn vuol dire fare una lunga camminata indietro nel tempo costeggiando muri secolari e calpestando lo stesso impiantito dei cavalieri.

Un viaggio romantico, quindi, sospeso tra passato e futuro.

Una piccola accortezza: meglio percorrere la via da ovest a est: cioè in discesa!

Note Storiche

La Via dei Cavalieri, Ippotòn, è una meraviglia unica al mondo. È una lunga, ripida strada lastricata, fiancheggiata dai palazzi nobiliari del periodo ottomano e dalle locande dei Cavalieri dell’Ordine, dette “Alberghi delle Lingue”, che servivano anche come alloggio per i pellegrini di passaggio da Rodi e diretti a Gerusalemme.
L’Ospedale dei Cavalieri, edificio del XV secolo, è stato restaurato dagli italiani negli anni dell’occupazione e ospita oggi il Museo Archeologico di Rodi, in cui si può ammirare, tra l’altro, la magnifica statua dell’Afrodite di Rodi del I sec. a.C.




I tour della città dei Cavalieri

Rodi Misteriosa



Booking.com

...continua a scoprire Rodi...

  • le decorazioni ottomane della città di Rodi

    I bagni turchi Rodi: l’Hammam

    ’ hammam o bagni turchi Rodi sono una delle attrazioni della città più controverse. Quale è la loro funzione reale? Quando sono aperti? Dove si trovano?
  • spiaggia di Prassonissi Rodi

    Spiaggia di Prassonissi Rodi

    La spiaggia di Prassonissi si trova alla punta dell’estremo Sud di Rodi, e offre lo spettacolo dell’ incrocio di due mari oltre che le evoluzioni dei kite surf
  • Baia di Anthony Quinn

    Baia di Anthony Quinn

    La Baia di Antony Quinn a Rodi è una delle mete a cui non possiamo fare a meno, per la bellezza del mare e della natura che la circonda e per la sua fama

Leave a Reply